Apple TV 4th – (update)

Per sfogliare e navigare le varie opzioni è molto meglio continuare ad usare  il vecchio Remote, sia per spostamenti minimi, ma anche per sfogliare elenchi lunghi (film, musica…): prima bastava semplicemente tenere premuto il pulsante nella direzione voluta, ora è necessario sfogliare continuamente (se conoscete trucchi battete un colpo). Sul nuovo telecomando segnalo il doppio click sui due diversi tasti “menu”: in un caso si attiva lo screen saver panoramico (veramente stupendo) e nell’altro si possono visualizzare e chiudere al volo tutte le applicazioni aperte, basta uno “swipe” verso l’altro. Dove il tuchpad fa la differenza è sulla possibilità di avanzare nella visualizzazione di un video fino al punto preciso che vogliamo, con un ottimo grado di dettaglio (salvo poi pazientare per dare tempo ad AppleTV e alla vostra ADSL o LAN di resincronizzare lo stream per riprendere la visione).

Segnalo alcuni crash sulle applicazioni e l’interfaccia dell’App Store che non sembra permettere di navigare le app per genere e che temo non mostri tutte le app: sono stato in grado di installare app che avevo già acquistato per altri device, compatibili con tvOS, navigando nella sezione “Acquistate”, ma le stesse app non sono mostrate nel menu principale: non molto intuitivo a mio avviso.

English version below

Read

Apple TV 4th – (update)

Apple TV 4th

  • Configurata al volo via iPhone, sbloccato e con bluetooth acceso, da cui eredita tutte le configurazioni: restano da inserire solo la password dell’AppleID e poco altro.
  • Finalmente introdotto il supporto per HDMI-CEC (fondamentale che il cavo utilizzato supporti questa feature) per trasmettere comandi alla TV e quindi ad esempio spegnerla/accenderla in automatico con aTV e regolare il volume.
  • Touchpad su remote ottimo, forse un pelo troppo sensibile nel caso di spostamenti minimi su voci adiacenti, bene anche il giroscopio per interagire con i giochi (alla wii per intenderci, o simulando un volante). Male dimensione ed ergonomia: l’impugnatura, dato il touchpad in alto, è corta e spesso si finisce per cliccare sul tasto “Menu” invece che su “Volume UP” uscendo di fatto dall’app o dalla visualizzazione del film (aspettiamo Siri in Italia con trepidazione, per ora abilitato solo in pochi stati).
  • Già un buon numero di titoli di qualità disponibili su App Store, con alcuni giochi interessanti, oltre ai soliti Youtube, Netflix etc… in particolare già disponibile Plex Client ufficiale: finalmente la aTV diventa un vero Mediacenter anche per i contenuti multimediali non gestiti direttamente da iTunes o Apple.
  • Ottima velocità e responsività generale.
  • Netflix, iTunes Movie, Plex, Youtube, Vimeo, Qello più gli altri canali disponibili (soprattutto US) e quelli che verranno (immagino che canali italiani e europei per News, Sport, client per Sky Go e Online, Mediaset e RAI arriveranno a breve): la parabola sul tetto ormai è buona per fare ombra ai passeri.
  • Se l’App Store continua a popolarsi con questa velocità direi che i miei 32 GB si satureranno presto.

English version below

Read

Apple TV 4th