Message in the Cloud

Tante chiacchiere e scandali per la leggerezza di Xiaomi che abilitava di default l’invio di sms e contatti sul proprio Cloud gestendo il tutto “alla Hangouts” ma senza richiedere alcuna autorizzazione esplicita (o comunicazione) all’utente, e nessuno che spende due parole due per iMessage di Apple ?

iMessage come sapete permette di gestire l’invio di messaggi in un modo simile, abilitando una messaggistica “via dati” per utenti che dispongono di device iOS (e ultimamente anche dei Mac). Se vuoi (a differenza di Xiaomi che dovrebbere correggere il problema con una patch) abiliti iMessage che si fa carico di gestire le comunicazioni future, eventualmente puoi abilitare l’invio di SMS verso chi non abbia un iPhone e infine, per non sbagliare ad inviare foto e simili tramite costosi MMS, puoi disabilitare quest’ultima opzione.

Il tutto avviene accedendo con un proprio account AppleID grazie al quale è possibile estendere l’invio e ricezione di messaggi nello stesso modo anche su device che normalmente non sarebbero in grado di inviare SMS, come iPad, iPod Touch e Mac, decidendo inoltre se mappare e abilitare la comunicazione anche sul numero di cellulare dell’iPhone su cui si è abilitato iMessage originariamente.

Quando qualcuno ci manda un messaggio, qualora abbiamo abilitato iMessage ad esempio sia su iPhone che iPad (un iPad senza SIM o con SIM DATI di altro operatore, non importa…), riceveremo il messaggio sia su iPhone che iPad. Inoltre da iPad potremo tranquillamente mandare messaggi a chiunque.

Ovvio no ?

A mio avviso lo è finchè stiamo scambiando messaggi tra device Apple: abbiamo esplicitamente abilitato un sistema che prende in carico l’invio di messaggi via Cloud usando il canale “dati” invece di quello GSM.

Non è però molto ovvio secondo me (e chiaro a tutti) che quando comunichiamo fuori dal recinto Apple, scambiando SMS con utenti tradizionali o con device Android ad esempio, le nostre comunicazioni transitano ancora su server Apple.

Altrimenti qualcuno deve spiegarmi come è possibile che una notifica automatica, inviata via SMS dalla mia banca al numero di cellulare registrato, mi arrivi anche su iPad. O che inviando un messaggio da iPad ad un amico con device Android questo venga marcato di un bel “verde SMS” e arrivi tranquillamente a destinazione apparendo inviato “ovviamente” dal numero di cellulare dell’iPhone e che il suo SMS di risposta, sempre “ovviamente”, venga recapitato sia su iPhone che iPad.

Occhio quindi a mantenere ben monitorato e protetto con password robusta il vostro AppleID: se un “cracker” ne venisse in possesso avrebbe possibilità di leggere facilmente ogni SMS inviatovi (compresi codici di sblocco e reset, informazioni e notifiche su operazioni bancarie etc…).

Message in the Cloud

Un pensiero su “Message in the Cloud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *